L’allevamento dei fagiani e delle pernici rosse

Le principali varietà di fagiani allevate sono: fagiano Manciuria, fagiano Incrocio, fagiano Afgano, fagiano Cinese e fagiano Tenebroso.

Il ciclo di allevamento inizia con l’incubazione delle uova che vengono poste all’interno delle specifiche macchine incubatrici e di schiusa dove restano per 24-25 giorni a temperatura e umidità controllate.

Il nostro allevamento realizza due cicli di produzione: la prima schiusa normalmente cade nella prima decade di aprile, mentre la seconda schiusa si realizza entro la fine del mese di maggio. In totale vengono allevati circa 40.000 capi all’anno.

I pulcini, subito dopo la schiusa, vengono sistemati a gruppi di circa 500 in specifici recinti circolari su lettiera di paglia, dove hanno  a disposizione mangime e acqua a volontà e vengono tenuti a una temperatura ideale grazie a specifiche lampade a gas.

Dopo circa 10 giorni i pulcini vengono liberati in capannoni coibentati, riscaldati a temperatura costante, in grandi stanze su una lettiera di paglia, morbida e macinata, che garantisce loro l’ambiente ottimale e le migliori condizioni igienico-sanitarie per un rapido sviluppo e accrescimento.

In questo periodo i pulcini vengono alimentati con mangimi di altissima qualità costituiti da materie prime nobili ventilate (mais, soia, frumento e integratori vitaminici a base di erbe naturali selvatiche). Una volta arrivati all’età di 40 giorni si incomincia ad abituare i fagianotti e le giovani pernici alla vita brada sistemandoli sotto una tettoia dove iniziano a conoscere le diverse temperature, gli andamenti climatici, realizzando così un passaggio graduale alla vita in voliera.

Dopo circa 10 giorni in questo regime di preambientamento, fagiani e pernici passano all’interno di grandissime voliere di 4.000/5.000 metri quadrati l’una, con presenza di varie erbe ed arbusti selvatici dove possono nascondersi, proteggersi dalle intemperie, appollaiarsi per dormire, nutrirsi di piccoli insetti, granaglie e altri mangimi speciali di qualità.

La permanenza degli animali nelle voliere dipende dalla loro utilizzazione: se destinati al ripopolamento del territorio vengono liberati a circa 90 giorni di età, mentre se vengono utilizzati per altri scopi, compreso quello di produzione di carne, vengono tenuti in voliera sino a circa 150/200 giorni.